Al bando ECSEL 15 milioni di euro di fondi FESR del PON Ricerca e Innovazione

12/05/2017

Anche per il 2017, confermato lo stanziamento di fondi FESR per l'iniziativa ECSEL, nell'ambito dell'Azione II.3 - Progetti di ricerca su tecnologie abilitanti (KET'S) - del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020

L'Iniziativa Tecnologica Congiunta ECSEL  (Electronics Components and Systems for European Leadership) rappresenta il pilastro portante della strategia industriale dell'UE nel campo dell'elettronica. ECSEL è implementata tramite l'omonima "Impresa Comune (JU)", istituita con il Regolamento del Consiglio dell'Unione europea n. 561 del 6 maggio 2014 per supportare attività di ricerca, sviluppo e innovazione nei settori della nanoelettronica, dei sistemi computazionali integrati  (embedded systems) e dell'integrazione di sistema (smart integration).

La JU ECSEL ha tra i suoi obiettivi quello di contribuire all'implementazione del programma Horizon 2020 (H2020) e, in particolare, nell'ambito del pilastro "Industrial Leadership", al work programme "Leadership in Enabling and Industrial Technologies", attraverso la definizione di bandi mirati  e con lo scopo di incrementare l'effetto "leva" dei fondi pubblici nei confronti dei capitali privati.

Allo scopo di contribuire a tale strategia, lo scorso anno, il PON Ricerca e Innovazione  ha destinato fondi FESR per circa 10 milioni di euro all'iniziativa ECSEL 2016. Questo cofinanziamento è destinato a contribuire alla realizzazione di 7 progetti presentati congiuntamente da grandi, piccole e medie imprese, Università ed organismi di ricerca delle 8 regioni di riferimento del Programma.

In considerazione dell'incremento di partecipazione italiana ai bandi ECSEL, così ottenuto, il MIUR ha ritenuto opportuno proporre l'iniziativa anche per il 2017 per un importo complessivo massimo di 15 milioni di euro di fondi FESR del PONRI  da destinare al cofinanziamento del bando ECSEL-2017-1 RIA (Research and Innovation Actions), principalmente focalizzato su attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale e, in misura non preponderante, su attività di innovazione.

Le risorse aggiuntive FESR del PON Ricerca e Innovazione consentiranno a industrie, organismi di ricerca e università nazionali localizzate nelle regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia) e in transizione (Abruzzo, Molise, Sardegna) di partecipare a importanti progetti di cooperazione internazionale in settori industriali altamente strategici coerenti con la Strategia di Specializzazione Intelligente e con rilevanti potenzialità di impatto economico e sociale.


Per ulteriori informazioni: http://www.ricercainternazionale.miur.it/era/jti/ecsel.aspx